fbpx

Āsana per la meditazione (Vajrāsana)

Etimologia

Da vajra वज्र : fulmine, diamante. e āsana आसन: essere seduto, sedersi. Alcuni autori nominano la posizione come vīrāsana वीरासन, la posizione dell’eroe ( da vira वीर, eroe).
Questa è  la seconda āsana di base, che comporta difficoltà maggiori rispetto a sukhāsana. Va presa dopo un adeguato scioglimento, specialmente dei piedi, delle caviglie e delle ginocchia (vedi capitolo precedente sulla preparazione).

Esecuzione della posizione vajrāsana
Esecuzione della posizione vajrāsana

In Gheraṇḍa Saṁhitā

3.12. Rendere le cosce tese come il Vajra, posizionando le due gambe ai lati dell’ano. Questa è chiamata Vajrāsana e dà poteri psichici allo Yogī.

Tecnica

  • Inginocchiarsi a terra.
  • Piegando le gambe, sedersi sulle le piante dei piedi che sono posizionati sui glutei.
  • Riunire gli alluci, separando i talloni.
  • I talloni dovrebbero toccare le cosce.
  • I ginocchi dovrebbero essere vicini tra loro e toccare il suolo.
  • Il peso del corpo è distribuito su ginocchia e caviglie.
  • Mantenere eretti, ma non tesi, il busto, il collo e la testa.
  • Allargare le spalle, rilassarle, appoggiare le mani sulle ginocchia, i palmi verso il basso.
  • Socchiudere gli occhi, rilassare tutto il corpo.

NOTA: all’inizio della pratica, si può avvertire un leggero dolore alle articolazioni del ginocchio e delle caviglie; in tal caso uscire dalla posizione, sedersi con le gambe distese in avanti e scuotere i piedi vigorosamente uno dopo l’altro fino a quando la rigidità scompare; massaggiare le articolazioni doloranti, i piedi e le ginocchia, quindi riprendere la postura. I principianti possono utilizzare una coperta piegata o un cuscino da posizionare tra i glutei e i talloni.

Benefici

Rafforza i muscoli del bacino. Rafforza nervi e  muscoli delle gambe e delle cosce. Benefica per la sciatica; la mialgia nelle ginocchia, nelle gambe, nelle dita dei piedi e nelle cosce. È una misura preventiva contro l’ernia. praticata per circa mezz’ora immediatamente dopo il pasto, facilita la digestione; aumenta l’efficienza del sistema digestivo, alleviando tali disturbi di stomaco (iperacidità, flatulenza e ulcera peptica). Allevia i sintomi dell’asma. Riducendo il flusso sanguigno ai genitali, aiuta ad alleviare i disturbi mestruali, delle ovaie e dei testicoli.

Cautele

Da non praticare in caso di artrite delle caviglie, o disturbi del disco spinale.

Variante

supta vajrāsana वज्रासन
Dove supta significa sdraiato.

Esecuzione della posizione supta vajrāsana

Seduti in vajrāsana , separare i piedi  di circa 25-30 cm., in modo tale il lato interno dei polpacci tocchi il lato esterno delle cosce.
Sedersi con i glutei che poggiano a terra.
Distendere le caviglie.

Cautele

Da non praticare in caso di artrite delle caviglie, o disturbi del disco spinale.

error: Content is protected !!